Roma, un pomeriggio d'autunno ... la luce dorata esalta  i colori terrosi dei palazzi .... in tasca una modesta camera compatta, è  il momento ideale per passeggiare in un "giardino pensile" che pochi conoscono ...


Gli scempi urbanistici perpetrati dai "piemontesi" per rendere Roma una "capitale moderna" sono molti ... questo ne è un esempio: per costruire l'umbertina Via Nazionale non si esitò a demolire ville e palazzi che da secoli erano in quella zona ... non che, in seguito, non si sia perseverato nella distruzione di "Roma com'era" ...

Della Villa Aldobrandini rimane questo giardino che ora si trova sospeso tra Piazza Magnanapoli, Via Nazionale e Via Panisperna.
Si entra da Via Mazzarino ...


si salgono due rampe di scale per arrivare alla sommità del muraglione di contenimento ...


si incontrano statue romane acefale ... ma nessuno ci fa caso ...


e finalmente si arriva al giardino ....


Dal parapetto che aggetta ...



su Piazza Magnanapoli ...


si può vedere, sulla destra, Via XXIV Maggio con, in fondo,


il Quirinale .... se sventola questo stendardo, vuol dire che il Presidente della Repubblica è in sede ....
                                            
L'attuale stendardo del Presidente della Repubblica


sulle sfere del parapetto e un po' dovunque ... la stella degli Aldobrandini


Guardando a sinistra vediamo la chiesa di Santa Caterina a Magnanapoli, che nasconde la Torre delle Milizie .... subito dietro ci sono i Mercati Traianei ...
 

e ancora più a sinistra scorgiamo, tra il verde ...


... la Chiesa dei Santi Domenico e Sisto





Un giardino splendido che d'inverno si ricopre di fiori di camelie ... ma, sicuramente, anche uno straordinario belvedere da dove poter ammirare una suggestiva fetta di Roma ...






Torna alla home